wrapper

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

#La Téranga

3 appuntamenti con la cucina dal mondo e la cultura dell’inclusione c/o la Casa Accoglienza "S.M. Goretti" della diocesi di Andria

Accogliere l’altro, ogni altro, è sempre una prova o una minaccia che genera paura e preoccupazione, l’unico modo per vincerla è l’incontro.

Il cortile di Casa Accoglienza “S.M. Goretti”, in via Quarti 11, nel cuore del centro storico andriese, sarà la cornice dei tre eventi di Luglio targati #LaTéranga, promossi dalla Comunità Migrantesliberi.

Approfittando delle belle serate estive, l’appuntamento con la cucina e le storie dal mondo si triplica e si arricchisce di ulteriori elementi che conferiscono all’evento un ulteriore elemento di originalità.

Primo appuntamento venerdì 12 luglio alle ore 19:00 Piero D’Argento legge Alessandro Leogrande. “Uomini e caporali”: un libro che ha più di 15 anni e le cui storie, ad oggi, restano attuali. Nulla è cambiato. Alessandro non c'è più e le vite di tanti migranti vittime del caporalato ancora sopravvivono nei “ghetti della vergogna”. Raccogliere l'"oro rosso" è un lavoro durissimo che spezza la schiena e le braccia, ma viene pagato pochissimo. Sono lavoratori inquadrati in situazioni di vita e di lavoro addirittura precapitalistiche: alloggiati in ruderi fatiscenti, sono anche sottoposti alle vessazioni, spesso sadiche, dei "caporali", che offrono il loro lavoro a un mondo delle imprese che se ne serve per comprimere i costi.

Talvolta, questi nuovi "cafoni", così diversi dai "cafoni" di ieri, hanno anche difficoltà ad avere pagato quel poco che era stato pattuito. E alle proteste non di rado ci scappa il morto. Una situazione barbarica che flagella come un tumore sociale vaste aree dell'Italia, dove sembra essere del tutto assente lo stato di diritto, e dove vale la sola legge dell'esercizio della violenza bruta. Questo romanzo-inchiesta, un vero e proprio viaggio agli inferi, svela le vite, i destini personali e le dinamiche più profonde della faccia più "nera" del nostro Paese.

Dopo il reading di letture affidato a Piero D’Argento – formatore e studioso di politiche sociali e sociosanitarie, interessato ai processi di partecipazione e promozione del capitale sociale, e alle politiche di contrasto alle povertà - seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga per continuare a dialogare e condividere dell’ottimo cibo.

Venerdì 19 luglio alle ore 21:00 sarà la volta dell’associazione “Il Nocciolo” che porterà nel cortile di via Quarti lo spettacolo: “Pensieri in prestito – idee di Faber e Gaber” - di Nicola Tortora; voce: Vincenzo Vasca; chitarra: Antonio Di Corato e percussioni: Max Sgaramella. Uno spettacolo, liberamente ispirato dal libro “Tu prova ad avere un’idea, ripensando a De André e Gaber”, nato dall’idea di mettere a confronto i due artisti anche se definirli tali oltre ad esser sbrigativo appare quanto meno incompleto.

La loro critica irriverente, il loro pensiero controcorrente e le loro azioni dissidenti nei confronti del sistema, inteso come potere, o verso la classe borghese, sono tratti tangibili a chi li ascolta, osserva e studia. Più precisamente Fabrizio De André attraverso la sua anarchia mai negata con il suo fare rude e diretto e, l’altro, Giorgio Gaber attraverso la sua critica radicale ed il suo sarcasmo caustico. Entrambi sulla strada del libero pensiero, hanno osservato e giudicato senza pregiudizi, cogliendo ogni tipo di contraddizione che la società gli mostrava.

Dopo lo spettacolo, seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga e la sua valida occasione di confronto e di degustazione di piatti tipici dal mondo.

Venerdì 26 luglio alle ore 21:00 torna, come ogni mese, l’appuntamento con la cena #LaTéranga nel cortile di Casa Accoglienza. I piatti, che permetteranno di viaggiare in Africa, ma anche in Asia e, perché no, fare un giro attorno alle nostre terre con i prodotti dell’orto sociale Ubuntu (progetto #LaTéranga), saranno intervallati da momenti di confronto e di riflessione, leggera ma non troppo, delle storie di uomini; e che siano bianchi o neri, è un dettaglio di poco conto dal momento che a noi, a tutti noi, interessa l’umanità intera!

Saranno benvenuti tutti ai nostri eventi, anche coloro che mal pensano e che non disdegnano il confronto… la sfida è nelle vostre mani. Vi aspettiamo!

Per i singoli eventi è gradita la prenotazione 389/1764748 - 320/4799463.

ALLEGATI:
Login to post comments

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: