wrapper

News dalla Diocesi

Celebrazione Eucaristica nella lingua dei segni

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Celebrazione Eucaristica nella lingua dei segni
L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Catechistico Diocesano

Domenica 26 maggio alle ore 19.00 si terrà in Andria, presso la Chiesa parrocchiale Madonna di Pompei, una Celebrazione Eucaristica tradotta nella lingua dei segni (LIS). L’iniziativa, promossa dall’ufficio catechistico diocesano, si ripete per una domenica al mese ed è in continuità con i due corsi di sensibilizzazione pastorale per la cura delle persone sorde, organizzati negli ultimi due anni sempre dall’ufficio catechistico diocesano. Alla Celebrazione parteciperanno gli amici dell’Associazione Audiolesi Apicella di Andria con la Presidente Mariella Paradiso. Sono invitati ad essere presenti anche catechisti ed operatori pastorali.
Sono milioni le persone sorde in tutto il mondo e purtroppo non sempre ricevono i dovuti aiuti e strumenti per poter incontrare il Signore e partecipare, in maniera attiva, alla vita della comunità cristiana.

E’ un’esigenza pastorale che richiede sensibilità per esprimere concretamente l’attenzione dovuta a tutti. L’iniziativa, in linea con le indicazioni del Vescovo Mons. Luigi Mansi, vuole essere un gesto concreto perché cresca la sensibilità per una pastorale sempre più accessibile e la Chiesa locale diventi realmente una comunità inclusiva, nella quale ci sia posto per tutti e tutti possano sentirsi integrati partecipando attivamente alla Celebrazione domenicale.

Negli Orientamenti per la catechesi “Incontriamo Gesù”, i Vescovi Italiani invitano infatti a “rafforzare e diffondere nelle diverse diocesi la cura di percorsi catechistici inclusivi per persone che presentano disabilità assicurando nel contempo che possano realmente partecipare alla liturgia domenicale e testimoniare, attraverso la loro condizione, il dono e la gioia della fede nonché l’appartenenza piena alla comunità cristiana”.

Don Gianni Massaro
Direttore dell’Ufficio Catechistico Diocesano

Read more

Generare e lasciar partire

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Generare e lasciar partire
Si conclude il percorso di catechesi con l’arte promosso dall’ufficio catechistico diocesano

Si terrà martedì 14 maggio alle ore 19.00 presso l’Opera Diocesana “Giovanni Paolo II” (via Bottego 36 – Andria), il terzo ed ultimo laboratorio di un percorso di catechesi con l’arte, promosso dall’Ufficio Catechistico Diocesano ed avente come tema: “Generare e lasciar partire”.
La finalità dei tre laboratori è quella di legare la liturgia alla catechesi utilizzando, come veicolo di formazione, la presentazione in particolare di alcune opere d’arte presenti in diocesi. Da qui la collocazione dei tre incontri in preparazione dei tempi forti dell’Avvento, della Pasqua e quest’ultimo della Solennità della Pentecoste.
Al fine di favorire, inoltre, la modalità laboratoriale, è stata data la possibilità di partecipare ai tre incontri, ad un solo rappresentante per ogni comunità parrocchiale, fornendo però il materiale per poter replicare nei gruppi di catechesi della parrocchia, quanto sperimentato nei laboratori.

Da secoli la Chiesa ha sempre cercato di valorizzare l’arte quale linguaggio particolarmente adatto alla celebrazione della fede e alla comunicazione del Vangelo. “Annunciare Cristo – scrive Papa Francesco nell’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium – significa mostrare che credere in Lui e seguirlo non è solamente una cosa vera e giusta, ma anche bella, capace di colmare la vita di uno splendore e di una gioia profonda, anche in mezzo alle prove. In questa prospettiva – continua il Santo Padre – tutte le espressioni di autentica bellezza possono essere riconosciute come un sentiero che aiuta ad incontrarsi con il Signore Gesù”.
La bellezza e quella artistica in particolare, costituisce pertanto una preziosa alleata in ordine alla proposta di una fede bella.
Nella nostra Italia, e nella nostra diocesi, così come evidenziato anche dalla recente inaugurazione del Museo Diocesano, viviamo in mezzo ad una foresta di bellezze, un’eredità impressionante di opere d’arte, per lo più legate al Cristianesimo, che costituiscono tra le espressioni più significative della fede a livello storico e culturale.

L’intero percorso di catechesi con l’arte è altresì a sostegno dell’annuale programma pastorale del Vescovo Mons. Luigi Mansi che ha invitato la comunità diocesana a concentrare in questo anno l’impegno pastorale, in particolare sugli ambiti della famiglia e dei giovani. Da qui la scelta di soffermarsi sul significato del generare e del partire. L’esperienza del generare riguarda il tempo della vita, nel quale si diventa papà e mamma e tutto il tempo successivo dell’educazione dei figli. Si è genitori (si mette al mondo qualcuno) e si diventa padri e madri (li si educa alla vita). Generare comporta però anche il lasciar partire e tutto questo può divenire soglia possibile di fede, perché un bambino può “risvegliare” un adulto a una vita che va oltre e favorire esperienze umane vissute in profondità.

Nel primo laboratorio, attraverso la presentazione di diverse opere d’arte, ci si è così soffermati sulla figura della Vergine Maria, che ha generato Gesù e lo ha colmato di tenero affetto. Nel secondo laboratorio ci si è invece soffermati sulla scena biblica, espressa dalla tela ottocentesca presente presso la chiesa Cattedrale di Andria, di Abramo nell’atto di sacrificare il figlio Isacco. Dal sacrificio incompiuto di Isacco si è poi passati a riflettere sul sacrificio compiuto di Cristo sottoponendo ai catechisti altre importanti “bellezze” presenti in diocesi.

Il terzo laboratorio avrà come tema: “Dal generare alla fede all’errare” e saranno presentate opere che interpretano, evocano e annunciano detta esperienza.

Don Gianni Massaro
Direttore Ufficio Catechistico – Diocesi di Andria

Read more

6^ Giornata Regionale dei Giovani Volontari delle Chiese di Puglia

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

6^ Giornata Regionale dei Giovani Volontari delle Chiese di Puglia
"Mons. ROMERO martire del nostro tempo e padre dei poveri"

La Delegazione regionale delle Caritas di Puglia, in collaborazione con il Nucleo Regionale per l’educazione dei giovani alla solidarietà, organizza, per il 6° anno consecutivo, una giornata di condivisione per ricordare la figura di Mons. Oscar Romero, vescovo di San Salvador e testimone di Pace, proclamato santo da papa Francesco il 14 ottobre 2018.

Quest’anno, in occasione del 25° anniversario della sua morte, le Caritas diocesane di Puglia si ritroveranno a Conversano il prossimo 19 maggio, presso il seminario vescovile.
La finalità principale della giornata, è quella di proporre ai giovani uno stile di vita centrato sulla nonviolenza sulle orme di mons. Romero. Ha donato la sua vita per i poveri salvadoregni prendendone le difese durante un periodo di violenze, di ingiustizie e di soprusi da parte di un governo dispotico. Per questo il titolo della manifestazione è “Mons. Romero martire del nostro tempo, padre dei poveri”.

I destinatari privilegiati della giornata saranno i giovani che operano a vario titolo nelle Caritas diocesane e parrocchiali: volontari in servizio civile, volontari dell’AVS, giovani impegnati in diverse attività pastorali e sociali.
Ad aiutare i giovani in questa riflessione sarà il professor Anselmo Palini, docente di materie letterarie e autore del libro “Ho udito il grido del mio popolo”.

I giovani poi si confronteranno attivamente in laboratori su azioni concrete di nonviolenza condotti da volontari e operatori di Pax Christi, Mosaico di Pace e animatori della Caritas diocesana di Conversano – Monopoli.

Nel pomeriggio, i giovani vivranno un momento di condivisione e di gioia animati dal gruppo musicale “One Passion” composto da seminaristi provenienti dal Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI”.

La giornata si concluderà con la celebrazione eucaristica in cattedrale presieduta dal vescovo della diocesi di Conversano – Monopoli Mons. Giuseppe Favale.

Read more

In uscita il nuovo numero di “Insieme”

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

E’ disponibile in tutte le parrocchie e librerie di Andria, Canosa e Minervino Murge il numero di maggio del periodico diocesano “Insieme”. Alcune copie sono disponibili anche presso la Curia Vescovile.
In questo numero alcune pagine sono dedicate alla recente inaugurazione del Museo Diocesano “San Riccardo”, definito dal Vescovo Mons. Luigi Mansi “luogo della memoria della Chiesa locale che narra le alterne vicende della comunità che lo ha originato, tramandandone il vissuto storico, culturale, sociale e religioso”.

Tra qualche settimana anche i cittadini delle nostre città saranno chiamati alle urne per le consultazioni che consentiranno al Parlamento Europeo di rinnovarsi. L’inserto di questo numero del giornale, costituito da ben sei pagine, è pertanto dedicato alle prossime elezioni offrendo approfondimenti, stralci di documenti magisteriali e interviste ad esperti.
Non mancano le pagine che raccontano le iniziative ecclesiali promosse dagli uffici pastorali, parrocchie e aggregazioni laicali.

Ampio spazio viene dedicato, anche in questo numero, al mondo giovanile con la presentazione dell’Esortazione post – sinodale “Christus vivit” scritta da Papa Francesco in forma di lettera ai giovani, le testimonianze di alcuni ragazzi della chiesa locale e la descrizione del nuovo progetto di Anno di Volontariato Sociale rivolto ai giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni delle città della nostra Diocesi.
Gli alunni del liceo “Carlo Troya” di Andria si raccontano in un loro viaggio d’istruzione vissuto a Firenze con la visita della scuola di Barbiana, dove tra il 1954 e il 1967 don Lorenzo Milani diede inizio ad un’esperienza educativa del tutto innovativa.

La rubrica Film & Music è dedicata alla presentazione sia del film “La Melodie” che è una sorta di favola pedagogica dove il regista racconta l’influsso degli insegnanti sugli studenti, ma anche le motivazioni che si riaccendono attraverso di loro, sia della canzone “Libera” di Jovanotti in cui emerge chiaramente lo sguardo amorevole di un padre verso sua figlia che si avvia verso l’età adulta e alla quale viene ricordato che la vita è un grande dono che va vissuto fino in fondo.

Continua l’illustrazione, giunta all’ottavo capitolo, dell’Esortazione di Papa Francesco “Amoris laetitia” sull’amore nella famiglia nonché il viaggio alla scoperta di alcune associazioni teatrali presenti in città.


A partire da martedì 7 maggio, il giornale sarà on line nel sito della diocesi.

Don Gianni Massaro
Capo Redattore del giornale “Insieme”

Read more

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: