wrapper

News dalla Diocesi

#Teranga: Pensieri in prestito - idee di Faber e Gaber

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

#La Téranga

“Pensieri in prestito – idee di Faber e Gaber” | Venerdì 19 luglio ore 21:00, c/o Casa Accoglienza “S. Maria Goretti”– Andria

Grazie alla Comunità “Migrantesliberi” il cortile della Casa Accoglienza “S. Maria Goretti”, in via Quarti 11, nel cuore del centro storico andriese, torna ad ospitare un nuovo appuntamento targato “La Téranga - Luglio Special Edition”.

Dopo il successo di Piero D’Argento e le sue letture su quanto scritto dal compianto Leogrande nel libro attualissimo “Uomini e caporali”, venerdì 19 luglio alle ore 21:00 sarà la volta dell’ass. “Il Nocciolo” che presenterà lo spettacolo “Pensieri in prestito – idee di Faber e Gaber” di Nicola Tortora; voce: Vincenzo Vasca; chitarra: Antonio Di Corato e percussioni: Max Sgaramella. Uno spettacolo, liberamente ispirato dal libro “Tu prova ad avere un’idea, ripensando a De André e Gaber”, nato dall’idea di mettere a confronto i due artisti anche se definirli tali oltre ad esser sbrigativo appare quanto meno incompleto.

Il monologo racconta di un uomo o una donna - fate voi - in piena crisi, attanagliato da dilemmi che è cosciente di avere. Invoca la comunità a farsi avanti, giudica gli altri, ma alla fine si rivolge sempre a se stesso, non per individualismo ma per ripulire i suoi pensieri da tradizioni e valori che ne ingessano il proprio spirito libero. Lo spirito che passa dalla religione, veicolo di persone e valori, per arrivare alla politica mezzo sulla quale il sistema si regge e del quale si serve per intrappolarlo nella sua angoscia, sino al consumismo materiale e psichico che è il vero fine del sistema che lui cerca prima di spiegare e poi di affrontare.

Dopo lo spettacolo, seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga e la sua valida occasione di confronto e di degustazione di piatti tipici dal mondo.

Venerdì 26 luglio alle ore 21:00 torna, come ogni mese, l’appuntamento con la cena #LaTéranga nel cortile di Casa Accoglienza. I piatti, che permetteranno di viaggiare in Africa, ma anche in Asia e, perché no, fare un giro attorno alle nostre terre con i prodotti dell’orto sociale Ubuntu (progetto #LaTéranga), saranno intervallati da momenti di confronto e di riflessione, leggera ma non troppo, delle storie di uomini; e che siano bianchi o neri, è un dettaglio di poco conto dal momento che a noi, a tutti noi, interessa l’umanità intera!

Saranno benvenuti tutti ai nostri eventi, anche coloro che mal pensano e che non disdegnano il confronto… la sfida è nelle vostre mani. Vi aspettiamo!

Per i singoli eventi è gradita la prenotazione 389/1764748 - 320/4799463.

Don Geremia Acri e i volontari della Comunità “Migrantesliberi”

Read more

3° Anniversario Tragedia Ferroviaria

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Santa Messa in suffragio delle 23 vittime della tragedia ferroviaria

Venerdì 12 luglio 2019 ore 19:30 | Chiesa Cattedrale di Andria “S. Maria Assunta in cielo” - presieduta dal Vescovo di Andria, S.E.R. Mons. Luigi Mansi

Dio Padre di ogni consolazione,

che ci ami di eterno amore

e trasformi l'ombra della morte in aurora di vita,

guarda i tuoi fedeli che gemono nella prova.

Sii tu, o Signore, il nostro rifugio e conforto,

perché dal lutto e dal dolore

siamo sollevati alla luce

e alla pace della tua presenza.

Dopo tre anni, da quel 12 luglio 2016, quando lo scontro tra due treni seminò morte, dolore e indignazione, spezzando la vita di 23 persone e ferendo quella di 50, molte cose sono cambiate, ma ciò che non è mutato e non può mutare è la memoria e la sofferenza. Quel giorno ci lasciò tutti attoniti per la tragedia che, come onda impetuosa, si è abbattuta su tutti. Tanti perché affollavano la mente: “perché? perché queste vite cariche di promesse e di speranze sono state stroncate? Perché ora, perché così, perché loro?”. Domande e interrogativi da rispettare che vanno rispettati, lasciandoli risuonare nel silenzio dell’animo. Non esistono “anestetici” capaci di placare questo grido dell’anima: occorre, sostare, con fede, davanti al mistero, lasciando che sia Dio e Lui solo a dare la risposta invocata.

Il Vescovo di Andria Mons. Luigi Mansi, nel giorno del funerale in un passaggio dell’omelia così si esprimeva: «Le nostre coscienze sono state addormentate, zittite, da prassi di vita alle quali ci siamo troppo abituati giungendo a considerarle normali, ma che non lo sono. No, o Padre, non sono affatto normali quelle prassi…nelle quali non si pensa al valore della vita delle persone… E tutto, senza scrupolo, generando innumerevoli piccole e grandi inadempienze nei confronti del proprio dovere... Il proprio dovere, sì, verso i diritti delle persone, di tutti, senza diversità e distinzioni, a cominciare dai più deboli e fragili.., a cominciare dalle periferie. Consola, o Padre, consola i familiari delle vittime. Ripeti ad essi le parole che un giorno il tuo figlio Gesù disse pensando a tutti i sofferenti della storia: "Venite a me, voi tutti che siete afflitti e stanchi, ed io vi ristorerò"! Ascolta o Padre la voce del nostro dolore!».

Con la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Vescovo Mansi, che si terrà venerdì 12 luglio 2019 alle ore 19:30 nella Chiesa Cattedrale di Andria ci lasceremo avvolgere dall'amore di Dio Padre che mai dimentica e torneremo a condividere un dolore ed una sofferenza che è di tutti perché la condivisione sconfigge l'individualismo e ci rende ogni giorno di più capaci di autentica solidarietà.

Geremia Acri

Alla Celebrazione Eucaristica non sarà consentito effettuare riprese video e fotografie.

La Santa Messa sarà trasmessa in diretta, alle ore 19:30, dalla chiesa Cattedrale di Andria sull’emittente televisiva Tele Dehon:

Puglia canale 18 in e in hd sul 518, Basilicata al canale 18 e in hd sul 518

Calabria canale 272 e 690, Campania canale 628

Info: 368 39 23 211

Read more

La Téranga

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

#La Téranga

3 appuntamenti con la cucina dal mondo e la cultura dell’inclusione c/o la Casa Accoglienza "S.M. Goretti" della diocesi di Andria

Accogliere l’altro, ogni altro, è sempre una prova o una minaccia che genera paura e preoccupazione, l’unico modo per vincerla è l’incontro.

Il cortile di Casa Accoglienza “S.M. Goretti”, in via Quarti 11, nel cuore del centro storico andriese, sarà la cornice dei tre eventi di Luglio targati #LaTéranga, promossi dalla Comunità Migrantesliberi.

Approfittando delle belle serate estive, l’appuntamento con la cucina e le storie dal mondo si triplica e si arricchisce di ulteriori elementi che conferiscono all’evento un ulteriore elemento di originalità.

Primo appuntamento venerdì 12 luglio alle ore 19:00 Piero D’Argento legge Alessandro Leogrande. “Uomini e caporali”: un libro che ha più di 15 anni e le cui storie, ad oggi, restano attuali. Nulla è cambiato. Alessandro non c'è più e le vite di tanti migranti vittime del caporalato ancora sopravvivono nei “ghetti della vergogna”. Raccogliere l'"oro rosso" è un lavoro durissimo che spezza la schiena e le braccia, ma viene pagato pochissimo. Sono lavoratori inquadrati in situazioni di vita e di lavoro addirittura precapitalistiche: alloggiati in ruderi fatiscenti, sono anche sottoposti alle vessazioni, spesso sadiche, dei "caporali", che offrono il loro lavoro a un mondo delle imprese che se ne serve per comprimere i costi.

Talvolta, questi nuovi "cafoni", così diversi dai "cafoni" di ieri, hanno anche difficoltà ad avere pagato quel poco che era stato pattuito. E alle proteste non di rado ci scappa il morto. Una situazione barbarica che flagella come un tumore sociale vaste aree dell'Italia, dove sembra essere del tutto assente lo stato di diritto, e dove vale la sola legge dell'esercizio della violenza bruta. Questo romanzo-inchiesta, un vero e proprio viaggio agli inferi, svela le vite, i destini personali e le dinamiche più profonde della faccia più "nera" del nostro Paese.

Dopo il reading di letture affidato a Piero D’Argento – formatore e studioso di politiche sociali e sociosanitarie, interessato ai processi di partecipazione e promozione del capitale sociale, e alle politiche di contrasto alle povertà - seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga per continuare a dialogare e condividere dell’ottimo cibo.

Venerdì 19 luglio alle ore 21:00 sarà la volta dell’associazione “Il Nocciolo” che porterà nel cortile di via Quarti lo spettacolo: “Pensieri in prestito – idee di Faber e Gaber” - di Nicola Tortora; voce: Vincenzo Vasca; chitarra: Antonio Di Corato e percussioni: Max Sgaramella. Uno spettacolo, liberamente ispirato dal libro “Tu prova ad avere un’idea, ripensando a De André e Gaber”, nato dall’idea di mettere a confronto i due artisti anche se definirli tali oltre ad esser sbrigativo appare quanto meno incompleto.

La loro critica irriverente, il loro pensiero controcorrente e le loro azioni dissidenti nei confronti del sistema, inteso come potere, o verso la classe borghese, sono tratti tangibili a chi li ascolta, osserva e studia. Più precisamente Fabrizio De André attraverso la sua anarchia mai negata con il suo fare rude e diretto e, l’altro, Giorgio Gaber attraverso la sua critica radicale ed il suo sarcasmo caustico. Entrambi sulla strada del libero pensiero, hanno osservato e giudicato senza pregiudizi, cogliendo ogni tipo di contraddizione che la società gli mostrava.

Dopo lo spettacolo, seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga e la sua valida occasione di confronto e di degustazione di piatti tipici dal mondo.

Venerdì 26 luglio alle ore 21:00 torna, come ogni mese, l’appuntamento con la cena #LaTéranga nel cortile di Casa Accoglienza. I piatti, che permetteranno di viaggiare in Africa, ma anche in Asia e, perché no, fare un giro attorno alle nostre terre con i prodotti dell’orto sociale Ubuntu (progetto #LaTéranga), saranno intervallati da momenti di confronto e di riflessione, leggera ma non troppo, delle storie di uomini; e che siano bianchi o neri, è un dettaglio di poco conto dal momento che a noi, a tutti noi, interessa l’umanità intera!

Saranno benvenuti tutti ai nostri eventi, anche coloro che mal pensano e che non disdegnano il confronto… la sfida è nelle vostre mani. Vi aspettiamo!

Per i singoli eventi è gradita la prenotazione 389/1764748 - 320/4799463.

Read more

Nuove nomine nelle parrocchie e incarichi diocesani

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A conclusione della celebrazione Eucaristia presieduta dal Vescovo della Diocesi di Andria Mons. Luigi Mansi, nella solennità dei santi Pietro e Paolo del 29 giugno, in occasione della ricorrenza degli anniversari delle ordinazioni presbiterali del Vescovo e di alcuni sacerdoti e religiosi della comunità diocesana, S.E. Mons. Mansi ha reso pubbliche le nuove nomine e incarichi:

1. Il Rev. Don Salvatore Sciannamea, conclusa l’esperienza di servizio presso la Chiesa di Aosta, rientra in Diocesi.

Sarà impegnato a tempo pieno nelle scuole in Andria e offrirà collaborazione pastorale nella Parrocchia del Sacro Cuore in Andria.

2. Il Rev. Don Antonio Leonetti lascia il suo ufficio di vicario parrocchiale della Parrocchia Sacro Cuore in Andria e va nella Diocesi di Aosta per assumere gli uffici che lascia don Salvatore.

3. Il Rev. Don Francesco Santovito conclude il suo servizio pastorale alla Parrocchia di S. Riccardo e assume quello di Collaboratore pastorale presso la Parrocchia di S. Andrea Apostolo in Andria.

Lascia anche la cura pastorale della Residenza Sanitaria Assistita “Madonna della Pace”, conservando quella della Residenza Socio-Santiario Residenziale della “Madonna delle Grazie”, oltre all’Ufficio di Penitenziere.

4. Il Rev. Don Leonardo Lovaglio lascia la cura pastorale della Parrocchia SS. Annunziata in Andria, ne diventa Parroco emerito, inoltre sarà Collaboratore pastorale del Parroco della parrocchia di S. Riccardo in Andria e assumerà la cura pastorale della Residenza Sanitaria Assistita “Madonna della Pace”.

5. Il Rev. Don Francesco Di Corato lascia l’ufficio di vicario parrocchiale della Parrocchia S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe in Andria e diventa Parroco della Parrocchia SS. Annunziata.

Collaborerà stabilmente con il Rettore del Seminario Vescovile per la conduzione del gruppo vocazionale “Vieni e vedi”.

6. Il Rev. Padre Francesco Piciocco Vicario parrocchiale della Parrocchia S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe in Andria.

7. Il Rev. Don Vito Miracapillo lascia la cura pastorale della Parrocchia Gesù Liberatore in Canosa, ne diventa Parroco emerito, e assume l’ufficio di Collaboratore pastorale della Parrocchia di S. Agostino in Andria.

8. Il Rev. Don Michele Pace diventa Parroco della Parrocchia di Gesù Liberatore in Canosa e conserva la direzione dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro.

A tutti, giunge il ringraziamento, da parte del Vescovo Mansi e dell'intera diocesi di Andria, per il servizio svolto accompagnato dagli auguri per i nuovi incarichi.

Deo gratias

Read more

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: