wrapper

Items filtered by date: Dicembre 2018

Il Paese che non c’è – viaggio nel popolo delle montagne

lo spettacolo
lunedì 17 novembre alle ore 21:00 c/o Oratorio Salesiano, Corso Cavour – Andria

«Esattamente settant'anni fa, all'indomani di una delle pagine più buie della storia dell'umanità, l'Assemblea delle Nazioni unite adottava la Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo - commenta don Geremia Acri, responsabile della Casa di Accoglienza “S. Maria Goretti” della Diocesi di Andria - . Nel momento in cui nel mondo regnavano paura e insicurezza, la comunità internazionale rispondeva mettendo nero su bianco i diritti di ogni essere umano, accantonando gli individualismi per ridonare valore all'individuo, all'uomo.

Nell'epoca in cui viene rimesso in discussione il nostro sistema di valori, dove ci viene trasmesso che la dignità dell'uomo si conquista sulla pelle di altri uomini, dove si camuffano sotto il vessillo degli interessi nazionali le forme più becere di discriminazione, è quanto mai doveroso riportare al centro quella cultura dei diritti umani, che è anche alla radice della Costituzione italiana, come unico vero strumento per creare sicurezza e riaccendere la speranza».

Nella giornata mondiale dei diritti umani che si celebra oggi, lunedì 10 dicembre, ci facciamo promotori della necessità di comunicare la tematica tramite la bellezza del teatro, promuovendo, per il giorno lunedì 17 dicembre 2018, alle ore 21:00, presso l’auditorium dell’Oratorio salesiano Don Bosco - Andria -, lo spettacolo “Il Paese che non c’è -viaggio nel popolo delle montagne”, un progetto di Gianluigi Gherzi e Fabrizio Saccomanno per Ura Teatro.

“Abbiamo incontrato il “paese che non c’è”.

Abbiamo incontrato un popolo, quello curdo, che ha ricominciato a sognare.

Sogna di poter essere popolo, senza diventare stato.

Di poter vivere in una terra di pace.

Dove la diversità delle religioni, delle etnie, non provochi massacri. Dove la gente possa decidere del proprio destino, autogovernandosi. Dove le donne possano uscire dalle proprie case, scoprendo finalmente il volto e prendendo la parola.

Abbiamo sentito quella loro storia come una storia che parla a noi. È possibile un altro respiro? Un altro sentimento del vivere? Della lotta, della battaglia, dell’amore, dell’incontro con il mondo?

Abbiamo infine seguito le storie di quel popolo da noi, in Italia. Quando gli uomini di quel popolo, su un barcone o via terra, in fuga dalle guerre, dalle prigioni, dalle persecuzioni politiche, arrivano sulle nostre coste e nelle nostre città.

Qual è il nostro sguardo? Cosa significa per noi la loro presenza? Il Paese che non c’è è storia mitica di un popolo, della resistenza sulle montagne e in mezzo ai deserti. È testimonianza della battaglia che ovunque lo ha visto in prima fila contro la ferocia delle milizie fondamentaliste e del fascismo islamico. È cronaca pulsante, presente, che irrompe sulla scena con le sue notizie, con l’insopprimibile urgenza di essere raccontata.

Perché c’è bisogno di reagire, anche qui, anche da noi. Il Paese che non c’è vuole fare, del presente, uno straordinario territorio di racconto e di azione teatrale”.

Ingresso gratuito. Info: 320 47 99 462

E’ disponibile presso le parrocchie e le librerie di Andria, Canosa e Minervino Murge il nuovo numero del periodico diocesano “Insieme”. Buona parte del giornale è dedicata al Convegno Diocesano vissuto recentemente sul tema “Chiesa e giovani”. Il periodico riporta, infatti, uno stralcio dell’intervento del relatore, don Rossano Sala, le riflessioni post-Convegno del Vescovo Mons. Luigi Mansi e gli echi da parte dei giovani che vi hanno partecipato.

Mons. Mansi si sofferma anche, in un altro articolo, ad indicare preziosi suggerimenti per porre un freno al progressivo svuotamento di senso che il consumismo sta operando ai danni del Natale.
Gli uffici pastorali presentano, invece, il resoconto di iniziative vissute nel mese di novembre e che hanno visto grande partecipazione: inaugurazione dell’ambulatorio solidale, incontri di formazione sulla catechesi inclusiva e sull’accompagnamento spirituale nonché iniziative a tutela del territorio.

In questo numero del mensile ritroviamo anche le finalità della colletta dell’Avvento di fraternità e le indicazioni relative alla festa diocesana dei 110 anni dell’Azione Cattolica che si terrà il prossimo 29 dicembre.
Non mancano gli articoli dedicati ai temi di attualità e in particolare all’impegno politico, alle neurodiversità e alle responsabilità per una città più bella e vivibile.

Alcune copie del giornale, che sarà on line a partire da giovedì 13 dicembre, sono disponibili anche presso la Curia Vescovile, in Piazza V. Emanuele II, 23.

Don Gianni Massaro
Capo Redattore

Martedì, 04 Dicembre 2018 00:00

13 Dicembre Festa Liturgica di Santa Lucia

La memoria di Santa Lucia, si celebra durante il periodo di Avvento e l’Avvento racconta un duplice movimento convergente: da una parte c’è il bisogno e il desiderio dell’uomo, che si fa invocazione e attesa, anelito e ricerca; dall'altra c’è il continuo farsi vicino di Dio, fino a raggiungere quel bisogno e colmare quel desiderio.

Prossimità, essenzialità e disponibilità sono gli atteggiamenti che ritmano l’attesa, perché l’oggi, il presente di ogni uomo e donna, di ogni luogo e cultura, e il futuro dell’umanità restino gravidi di speranza tra le innumerevoli contraddizioni della storia.

Umanità e universalità sono i valori che segnano il compimento, perché la ritrovata relazione con l’altro, riconosciuto fratello e sorella, ci aiuti a ‘scendere dagli scanni, dai piedistalli, dalle cattedre…’ e andare incontro a ogni uomo: superare la cultura dell’eliminazione, dell’esclusione, del residuo e del momentaneo e offrire loro il pane della vita, della considerazione, della condivisione e del rispetto della dignità dovuta ad ogni persona.

Così come sottolinea il Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi, nella lettera Pastorale: Date loro voi stessi da mangiare: «…Nelle situazioni problematiche di bisogni e necessità di fratelli più sfortunati di noi che incontriamo, quando ci giungono richieste di aiuto e di condivisione, a che cosa siamo subito più sensibili?».

Mercoledì 12 Dicembre

Dalle ore 18.00 la chiesa è aperta per la preghiera personale

Giovedì 13 Dicembre

FESTA LITURGICA di S. LUCIA

Sante Messe ore: 06:00; 10:00; 12:00; 17:00; 19:00; 21:00

Ore 08.00: S. Messa presieduta dal Vescovo di Andria - Mons. Luigi Mansi

Ore 18:00: Processione

Venerdì 14 Dicembre

Giornata di Ringraziamento

Ore 19:00: S. Messa

Si ricorda che nessuno è ed è stato autorizzato a raccogliere offerte.

Il Rettore Don Geremia Acri

Martedì, 04 Dicembre 2018 00:00

13 Dicembre Festa Liturgica di Santa Lucia

La memoria di Santa Lucia, si celebra durante il periodo di Avvento e l’Avvento racconta un duplice movimento convergente: da una parte c’è il bisogno e il desiderio dell’uomo, che si fa invocazione e attesa, anelito e ricerca; dall'altra c’è il continuo farsi vicino di Dio, fino a raggiungere quel bisogno e colmare quel desiderio.

Prossimità, essenzialità e disponibilità sono gli atteggiamenti che ritmano l’attesa, perché l’oggi, il presente di ogni uomo e donna, di ogni luogo e cultura, e il futuro dell’umanità restino gravidi di speranza tra le innumerevoli contraddizioni della storia.

Umanità e universalità sono i valori che segnano il compimento, perché la ritrovata relazione con l’altro, riconosciuto fratello e sorella, ci aiuti a ‘scendere dagli scanni, dai piedistalli, dalle cattedre…’ e andare incontro a ogni uomo: superare la cultura dell’eliminazione, dell’esclusione, del residuo e del momentaneo e offrire loro il pane della vita, della considerazione, della condivisione e del rispetto della dignità dovuta ad ogni persona.

Così come sottolinea il Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi, nella lettera Pastorale: Date loro voi stessi da mangiare: «…Nelle situazioni problematiche di bisogni e necessità di fratelli più sfortunati di noi che incontriamo, quando ci giungono richieste di aiuto e di condivisione, a che cosa siamo subito più sensibili?».

Mercoledì 12 Dicembre

Dalle ore 18.00 la chiesa è aperta per la preghiera personale

Giovedì 13 Dicembre

FESTA LITURGICA di S. LUCIA

Sante Messe ore: 06:00; 10:00; 12:00; 17:00; 19:00; 21:00

Ore 08.00: S. Messa presieduta dal Vescovo di Andria - Mons. Luigi Mansi

Ore 18:00: Processione

Venerdì 14 Dicembre

Giornata di Ringraziamento

Ore 19:00: S. Messa

Si ricorda che nessuno è ed è stato autorizzato a raccogliere offerte.

Il Rettore Don Geremia Acri

Pagina 6 di 7

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: