wrapper

Items filtered by date: Febbraio 2019

Dal 20 al 22 Febbraio 2019, presso la parrocchia Madonna della Grazia, Via Mons. Giuseppe Ruotolo - Andria, si terrà il

CONVEGNO DIOCESANO SULLA PASTORALE DELLA FAMIGLIA.

"Il rinnovamento della Chiesa, lo si voglia o no, passa per la famiglia. Essa rappresenta la sfida cruciale per rilanciare un’evangelizzazione a tutto campo. Come agli inizi dell’avventura cristiana la famiglia è stata fondamentale per l’evangelizzazione e la diffusione della fede nel Crocifisso Risorto, così oggi l’attenzione e la proposta di vita cristiana alle famiglie non possono e non devono mancare".

- Mercoledì 20 febbraio, prima serata del convegno interverrà:

don Paolo Gentili, direttore nazionale dell'Ufficio della Conferenza Episcopale Italiana di pastorale familiare, su il "mistero della Chiesa che si manifesta in modo genuino attraverso la famiglia cristiana, che lo manifesta in modo genuino" (Amoris Laetitia n. 67) .

- Giovedì 21 febbraio interverrà:

don Gabriele Pipinato, Vicario per i beni temporali della Chiesa ed Economo della diocesi di Padova, già missionario fidei donum in Kenya, rileggerà alcuni progetti diocesani proposti dalla Caritas negli anni e richiamati dal Vescovo nella sua lettera pastorale “Date voi stessi da mangiare”.

A partire dall’esperienza missionaria sarà evidenziato il ruolo e l’importanza della comunità cristiana e al suo interno delle singole famiglie, sia di coloro che sono nelle condizioni di prestare aiuto, sia di coloro che chiedono sostegno.

L'incontro avrà come titolo "Attivare reti a sostegno della famiglia". È compito dell’intera comunità cristiana occuparsi di tutti i membri della parrocchia, soprattutto dei soggetti più deboli. animare le comunità perché nessuno resti escluso.

- Venerdì 22 febbraio, Mons. Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria, presenterà gli orientamenti per la pastorale familiare, “documento-base”, pubblicato recentemente.

"Ogni comunità parrocchiale, ogni associazione e movimento ecclesiale, con la ricchezza dei carismi e ministeri, è chiamata ad essere il segno visibile della tunica di Nostro Signore e della promessa di comunione che quel tessuto esprime (cfr. Gv 19, 23-24)".

Don Domenico Massaro

Direttore Ufficio per pastorale familiare | Diocesi di Andria

Dal 20 al 22 Febbraio 2019, presso la parrocchia Madonna della Grazia, Via Mons. Giuseppe Ruotolo - Andria, si terrà il

CONVEGNO DIOCESANO SULLA PASTORALE DELLA FAMIGLIA.

"Il rinnovamento della Chiesa, lo si voglia o no, passa per la famiglia. Essa rappresenta la sfida cruciale per rilanciare un’evangelizzazione a tutto campo. Come agli inizi dell’avventura cristiana la famiglia è stata fondamentale per l’evangelizzazione e la diffusione della fede nel Crocifisso Risorto, così oggi l’attenzione e la proposta di vita cristiana alle famiglie non possono e non devono mancare".

- Mercoledì 20 febbraio, prima serata del convegno interverrà:

don Paolo Gentili, direttore nazionale dell'Ufficio della Conferenza Episcopale Italiana di pastorale familiare, su il "mistero della Chiesa che si manifesta in modo genuino attraverso la famiglia cristiana, che lo manifesta in modo genuino" (Amoris Laetitia n. 67) .

- Giovedì 21 febbraio interverrà:

don Gabriele Pipinato, Vicario per i beni temporali della Chiesa ed Economo della diocesi di Padova, già missionario fidei donum in Kenya, rileggerà alcuni progetti diocesani proposti dalla Caritas negli anni e richiamati dal Vescovo nella sua lettera pastorale “Date voi stessi da mangiare”.

A partire dall’esperienza missionaria sarà evidenziato il ruolo e l’importanza della comunità cristiana e al suo interno delle singole famiglie, sia di coloro che sono nelle condizioni di prestare aiuto, sia di coloro che chiedono sostegno.

L'incontro avrà come titolo "Attivare reti a sostegno della famiglia". È compito dell’intera comunità cristiana occuparsi di tutti i membri della parrocchia, soprattutto dei soggetti più deboli. animare le comunità perché nessuno resti escluso.

- Venerdì 22 febbraio, Mons. Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria, presenterà gli orientamenti per la pastorale familiare, “documento-base”, pubblicato recentemente.

"Ogni comunità parrocchiale, ogni associazione e movimento ecclesiale, con la ricchezza dei carismi e ministeri, è chiamata ad essere il segno visibile della tunica di Nostro Signore e della promessa di comunione che quel tessuto esprime (cfr. Gv 19, 23-24)".

Don Domenico Massaro

Direttore Ufficio per pastorale familiare | Diocesi di Andria

Imparare a narrare con il linguaggio dell’arte
Si conclude il percorso sulla catechesi narrativa

Termina martedì 19 febbraio, con il terzo incontro che si terrà alle ore 19.00 presso la parrocchia San Michele Arcangelo di Minervino Murge, il percorso programmato dall’ufficio catechistico diocesano per aiutare catechisti ed operatori pastorali delle parrocchie di Andria, Canosa e Minervino Murge ad entrare nel mondo della catechesi narrativa.
Annunciare Dio non significa trasmettere soltanto e semplicemente dei contenuti, bensì narrare ciò che Lui ha realizzato nella propria vita.

La fede cristiana è comunicazione di vita. E’ sempre più raro trovare cristiani che nutrono una passione per Gesù Cristo, per il Vangelo e sono davvero convinti che Gesù sia la loro vita, il loro futuro. Senza questa passione, che è un’esperienza più che un sentimento, il messaggio di Gesù è svuotato. Se c’è questa passione, allora ci sarà anche la gioia di essere cristiani e il desiderio annunciare il Vangelo, di far passare cioè agli altri qualcosa di sé, qualcosa di estremamente importante. Generare alla fede è narrare.

Il percorso formativo ha offerto, nel primo incontro, le ragioni che fondano l’importanza della narrazione nella catechesi e nell’incontro precedente, per imparare dalla Sacra Scrittura l’arte della narrazione, ci si è soffermati a considerare le parabole. Dopo averne dato una definizione e averne messo in luce lo scopo, si è offerto del tempo per un piccolo lavoro laboratoriale, con il compito di trovare forme nuove per ri-narrare oggi le parabole di Gesù. Si sono in tal modo individuati alcuni suggerimenti preziosi per l’arte della narrazione: l’importanza di dare spazio alla fantasia; l’attenzione ad intrecciare continuamente la storia di Dio con la storia della comunità, di chi narra e di ascolta il racconto; il rispetto della legge fondamentale della duplice fedeltà a Dio e all’uomo.

Nel terzo ed ultimo incontro, che sarà sempre guidato da Prof. Don Jean Paul Lieggi docente di Teologia Dogmatica presso la Facoltà Teologica Pugliese, si proporrà un linguaggio particolarmente idoneo a raccogliere la ricchezza della narrazione: il linguaggio dell’arte. Il linguaggio artistico è infatti un linguaggio inclusivo capace di nutrire corpo e spirito di ogni persona sensibile e desiderosa di mettersi alla ricerca di Dio

Per i catechisti delle parrocchie di Andria sarà a disposizione un pullman che partirà alle ore 18.00 da Piazza Bersaglieri d’Italia nei pressi della stazione ferroviaria, mentre per i catechisti di Canosa di Puglia, il pullman partirà alle ore 18.15 da Piazza Terme. Le adesioni vanno segnalate ai referenti parrocchiali per la catechesi.

Don Gianni Massaro
Direttore Ufficio Catechistico Diocesano

Imparare a narrare con il linguaggio dell’arte
Si conclude il percorso sulla catechesi narrativa

Termina martedì 19 febbraio, con il terzo incontro che si terrà alle ore 19.00 presso la parrocchia San Michele Arcangelo di Minervino Murge, il percorso programmato dall’ufficio catechistico diocesano per aiutare catechisti ed operatori pastorali delle parrocchie di Andria, Canosa e Minervino Murge ad entrare nel mondo della catechesi narrativa.
Annunciare Dio non significa trasmettere soltanto e semplicemente dei contenuti, bensì narrare ciò che Lui ha realizzato nella propria vita.

La fede cristiana è comunicazione di vita. E’ sempre più raro trovare cristiani che nutrono una passione per Gesù Cristo, per il Vangelo e sono davvero convinti che Gesù sia la loro vita, il loro futuro. Senza questa passione, che è un’esperienza più che un sentimento, il messaggio di Gesù è svuotato. Se c’è questa passione, allora ci sarà anche la gioia di essere cristiani e il desiderio annunciare il Vangelo, di far passare cioè agli altri qualcosa di sé, qualcosa di estremamente importante. Generare alla fede è narrare.

Il percorso formativo ha offerto, nel primo incontro, le ragioni che fondano l’importanza della narrazione nella catechesi e nell’incontro precedente, per imparare dalla Sacra Scrittura l’arte della narrazione, ci si è soffermati a considerare le parabole. Dopo averne dato una definizione e averne messo in luce lo scopo, si è offerto del tempo per un piccolo lavoro laboratoriale, con il compito di trovare forme nuove per ri-narrare oggi le parabole di Gesù. Si sono in tal modo individuati alcuni suggerimenti preziosi per l’arte della narrazione: l’importanza di dare spazio alla fantasia; l’attenzione ad intrecciare continuamente la storia di Dio con la storia della comunità, di chi narra e di ascolta il racconto; il rispetto della legge fondamentale della duplice fedeltà a Dio e all’uomo.

Nel terzo ed ultimo incontro, che sarà sempre guidato da Prof. Don Jean Paul Lieggi docente di Teologia Dogmatica presso la Facoltà Teologica Pugliese, si proporrà un linguaggio particolarmente idoneo a raccogliere la ricchezza della narrazione: il linguaggio dell’arte. Il linguaggio artistico è infatti un linguaggio inclusivo capace di nutrire corpo e spirito di ogni persona sensibile e desiderosa di mettersi alla ricerca di Dio

Per i catechisti delle parrocchie di Andria sarà a disposizione un pullman che partirà alle ore 18.00 da Piazza Bersaglieri d’Italia nei pressi della stazione ferroviaria, mentre per i catechisti di Canosa di Puglia, il pullman partirà alle ore 18.15 da Piazza Terme. Le adesioni vanno segnalate ai referenti parrocchiali per la catechesi.

Don Gianni Massaro
Direttore Ufficio Catechistico Diocesano

Pagina 2 di 5

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: