wrapper

Il numero di Gennaio del giornale "Insieme"

Con l’inizio del mese di gennaio, è disponibile presso le parrocchie e librerie di Andria, Canosa e Minervino Murge il nuovo numero del periodico diocesano “Insieme”.
In apertura di questo numero del mensile, il Vescovo, Mons. Luigi Mansi si sofferma a leggere e commentare alcuni passaggi del Messaggio di Papa Francesco per la 53 Giornata Mondiale della Pace celebrata il 1° gennaio scorso. “Vorrei sottolineare – scrive Mons. Mansi – innanzitutto il fatto che nei vari titoli il Papa ripete costantemente la parola cammino. La pace non è qualcosa che arriva da sé, è una ricerca appassionata che non può non essere ricca di speranza. Si tratta di credere – prosegue il Vescovo – nella possibilità della pace, di credere che l’altro ha il nostro stesso bisogno di pace. Non si ottiene la pace se non la si spera”.
Recentemente la Chiesa locale ha vissuto un evento di grazia e di gioia con l’ordinazione diaconale di due giovani seminaristi che si raccontano descrivendo le proprie ansie ma soprattutto i propri sentimenti di fiducia in Dio.

A seguito degli atti di violenza verificatisi nella città di Canosa, il Vescovo e i sacerdoti, attraverso un comunicato stampa, chiedono alle autorità competenti e alle istituzioni pubbliche di mettere in atto azioni più efficaci di contrasto all’illegalità e sollecitano la comunità cittadina ad assumere un atteggiamento di responsabilità e coscienza civica denunciando eventuali atti delinquenziali alle competenti autorità.

Non mancano le pagine dedicate alle diverse iniziative promosse dagli uffici pastorali: la Domenica della Parola, il Seminario di Formazione Liturgica, la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani, gli Incontri di Formazione per i Catechisti. La Caritas diocesana racconta, invece, le iniziative di solidarietà, promosse in diocesi, a sostegno dell’Albania segnata, lo scorso 26 novembre, da una forte scossa di terremoto che ha provocato morte e distruzione.

La vivacità dell’azione pastorale in diocesi è data anche dalle qualificate proposte formative promosse dalle associazioni e aggregazioni laicali. Ed è così che in questo numero del giornale l’AC, il MEIC, il MSAC, l’AIMC e l’AGE descrivono le diverse iniziative vissute.
Alla luce del programma pastorale, incentrato sul tema del “prendersi cura”, alcune pagine di ogni numero del periodico sono riservate a realtà presenti sul territorio che offrono servizi a favore soprattutto dei più deboli. In particolare, in questo numero, l’Associazione “Camminare Insieme” racconta i 30 anni di volontariato a servizio della diversabilità e la Cooperativa “Trifoglio” descrive invece i numerosi servizi che da oltre 20 anni eroga, nella città di Andria, a favore di chi vive situazioni di disagio, ringraziando tutti gli operatori che nonostante la grande difficoltà economica per le note vicende comunali, sono quotidianamente al loro posto sempre pronti a tendere una mano a tutti.
Ampio spazio viene dedicato alla presentazione di alcuni libri nonché di esperienze significative vissute da alcuni giovani.

Continua, con l’inserto centrale interamente a colori, la presentazione dell’enciclica di Papa Francesco sul rispetto per il creato, “Laudato Sì”, mentre la rubrica “Alla scuola del magistero sociale della Chiesa” illustra il principio di solidarietà.

Altre copie del giornale, che sarà on line nel sito della diocesi a partire da martedì 7 gennaio, sono disponibili presso la Curia Vescovile.

Don Gianni Massaro
Capo Redattore del giornale “Insieme”

Read more

La cultura delle neurodiversità

La cultura delle neurodiversità
Si conclude il corso di formazione sulla pratica dell’inclusione di ragazzi autistici

Si terrà venerdì 13 dicembre alle ore 19.00 presso l’Opera Diocesana “Giovanni Paolo II” in via Bottego 36, l’ultimo incontro del corso di formazione sulla pratica dell’inclusione di ragazzi che vivono la condizione dello spettro autistico. Il corso è promosso dall’Ufficio Catechistico Diocesano il cui Direttore è don Gianni Massaro e dalla Fondazione Pugliese per le Neurodiversità il cui Presidente è l’Avv. Francesco Bruno.
Papa Francesco lo scorso 3 dicembre, in occasione della giornata mondiale delle persone con disabilità, ha ricordato che “la promozione dei diritti alla partecipazione ha un ruolo centrale per contrastare ogni discriminazione e promuovere la cultura dell’incontro e della vita di qualità. Occorre prendersi cura e – ha rimarcato il Santo Padre – accompagnare le persone con disabilità in ogni condizione di vita; fare strada insieme a loro e ungerle di dignità per una partecipazione attiva alla comunità civile ed ecclesiale”.

Il corso ha proprio la finalità di aiutare i catechisti a sviluppare un approccio empatico con chi vive la condizione dello spettro autistico e così rispondere al desiderio del nostro Vescovo Mons. Luigi Mansi di vedere una comunità diocesana che “sia sempre più inclusiva, capace di accoglienza premurosa e attenta verso tutti soprattutto verso chi vive situazioni di disagio”.
L’avv. Francesco Bruno si è detto molto soddisfatto della collaborazione con l’Ufficio Catechistico sottolineando che “la mission della Fondazione Pugliese è soprattutto quella di inculcare la cultura delle neurodiversità. L’autismo sta diventando uno spettro che non fa più paura perché grazie alla promozione della formazione e dell’informazione, si stanno sfatando tabù che imprigionano chi vive questa condizione e lo portano ad isolarsi”.

Il corso è guidato, con competenza e professionalità, dalla dott.ssa Erica Lacerenza e dal dott. Fabio Cardone che oltre a dare informazioni sulle tante sfaccettature dello spettro autistico e rispondere alle numerose domande dei catechisti che seguono gli incontri con grande passione e interesse, stanno offrendo indicazioni precise e dettagliate su come relazionarsi con i ragazzi autistici.
La dott.ssa Lacerenza e il dott. Cardone hanno sottolineato a più riprese che l’autismo non è una malattia bensì una condizione esistenziale che sollecita chiunque a divenire partner comunicativo di coloro che la vivono. L’autistico percepisce se lo si tratta come “autistico da dizionario” o se ci si predispone per cercare di sentire le sue emozioni e comprendere le sue reazioni, lasciandogli la possibilità di avere un altro modo di vedere e pensare. Causa di dolore per i neurodiversi è il non sentirsi accettati nonché la tristezza di non vedersi riconosciuti come persone, perché solo chi si sente riconosciuto si sente anche degno e felice di vivere.

Il 17 aprile 2020, sempre presso l’Opera Diocesana “Giovanni Paolo II”, Mons. Luigi Mansi consegnerà ai catechisti che hanno partecipato al corso, un attestato di partecipazione. L’occasione sarà propizia per vivere insieme un momento di confronto e verifica delle nozioni acquisite durante gli incontri e messe in pratica nella relazione con i ragazzi autistici che frequentano le comunità parrocchiali.

Don Gianni Massaro
Direttore Ufficio Catechistico – Diocesi di Andria

Read more

La cultura delle neurodiversità

La cultura delle neurodiversità
Si conclude il corso di formazione sulla pratica dell’inclusione di ragazzi autistici

Si terrà venerdì 13 dicembre alle ore 19.00 presso l’Opera Diocesana “Giovanni Paolo II” in via Bottego 36, l’ultimo incontro del corso di formazione sulla pratica dell’inclusione di ragazzi che vivono la condizione dello spettro autistico. Il corso è promosso dall’Ufficio Catechistico Diocesano il cui Direttore è don Gianni Massaro e dalla Fondazione Pugliese per le Neurodiversità il cui Presidente è l’Avv. Francesco Bruno.
Papa Francesco lo scorso 3 dicembre, in occasione della giornata mondiale delle persone con disabilità, ha ricordato che “la promozione dei diritti alla partecipazione ha un ruolo centrale per contrastare ogni discriminazione e promuovere la cultura dell’incontro e della vita di qualità. Occorre prendersi cura e – ha rimarcato il Santo Padre – accompagnare le persone con disabilità in ogni condizione di vita; fare strada insieme a loro e ungerle di dignità per una partecipazione attiva alla comunità civile ed ecclesiale”.

Il corso ha proprio la finalità di aiutare i catechisti a sviluppare un approccio empatico con chi vive la condizione dello spettro autistico e così rispondere al desiderio del nostro Vescovo Mons. Luigi Mansi di vedere una comunità diocesana che “sia sempre più inclusiva, capace di accoglienza premurosa e attenta verso tutti soprattutto verso chi vive situazioni di disagio”.
L’avv. Francesco Bruno si è detto molto soddisfatto della collaborazione con l’Ufficio Catechistico sottolineando che “la mission della Fondazione Pugliese è soprattutto quella di inculcare la cultura delle neurodiversità. L’autismo sta diventando uno spettro che non fa più paura perché grazie alla promozione della formazione e dell’informazione, si stanno sfatando tabù che imprigionano chi vive questa condizione e lo portano ad isolarsi”.

Il corso è guidato, con competenza e professionalità, dalla dott.ssa Erica Lacerenza e dal dott. Fabio Cardone che oltre a dare informazioni sulle tante sfaccettature dello spettro autistico e rispondere alle numerose domande dei catechisti che seguono gli incontri con grande passione e interesse, stanno offrendo indicazioni precise e dettagliate su come relazionarsi con i ragazzi autistici.
La dott.ssa Lacerenza e il dott. Cardone hanno sottolineato a più riprese che l’autismo non è una malattia bensì una condizione esistenziale che sollecita chiunque a divenire partner comunicativo di coloro che la vivono. L’autistico percepisce se lo si tratta come “autistico da dizionario” o se ci si predispone per cercare di sentire le sue emozioni e comprendere le sue reazioni, lasciandogli la possibilità di avere un altro modo di vedere e pensare. Causa di dolore per i neurodiversi è il non sentirsi accettati nonché la tristezza di non vedersi riconosciuti come persone, perché solo chi si sente riconosciuto si sente anche degno e felice di vivere.

Il 17 aprile 2020, sempre presso l’Opera Diocesana “Giovanni Paolo II”, Mons. Luigi Mansi consegnerà ai catechisti che hanno partecipato al corso, un attestato di partecipazione. L’occasione sarà propizia per vivere insieme un momento di confronto e verifica delle nozioni acquisite durante gli incontri e messe in pratica nella relazione con i ragazzi autistici che frequentano le comunità parrocchiali.

Don Gianni Massaro
Direttore Ufficio Catechistico – Diocesi di Andria

Read more

Il numero di dicembre del giornale “Insieme”

E’ disponibile in tutte le parrocchie e le librerie di Andria, Canosa e Minervino Murge il numero di dicembre del periodico diocesano “Insieme”. A pochi giorni dal Santo Natale il giornale riporta, in primo luogo, la riflessione del Vescovo Mons. Luigi Mansi che sottolinea il legame che vi è tra il mistero del Natale e la parabola, su cui è incentrata la Lettera Pastorale di quest’anno, del Buon Samaritano. Questa, scrive il Vescovo “altro non è che il racconto, appunto in parabola, di ciò che Dio ha fatto per noi uomini. Ci ha visti feriti dalle conseguenze del peccato ma non ci è passato accanto restando indifferente, come fanno nella parabola il sacerdote e il levita. Lui, il Signore si è fatto uno di noi, ha assunto la nostra carne umana e si è preso cura di noi”.

Il tema dell’incarnazione del Signore ha avuto molteplici espressioni anche nell’arte e il giornale analizza le opere presenti presso il Museo Diocesano a partire dalla stupenda tela di Corrado Giaquinto raffigurante la natività e il bel presepe ligneo quattrocentesco, attribuito ad un anonimo maestro abruzzese.

Non mancano le pagine dedicate alle iniziative promosse dalle parrocchie e dagli uffici pastorali. In particolare l’ufficio di pastorale sociale, in vista delle prossime elezioni regionali e comunali, scrive una lettera indirizzata ai fedeli della diocesi invitandoli a “porre attenzione ai suddetti appuntamenti e ad arrivare preparati per un responsabile esercizio del proprio diritto – dovere di voto”.
L’ufficio catechistico descrive i primi incontri del corso di formazione sulla pratica dell’inclusione di ragazzi autistici che vede la partecipazione attenta ed entusiastica di numerosi catechisti mentre l’ufficio liturgico presenta un sussidio per vivere al meglio il tempo dell’Avvento.

La parrocchia di San Riccardo illustra, invece, le necessità, presentate al commissario Prefettizio di Andria, per rendere più vivibile il quartiere.

Tra i temi dedicati all’attualità, molto interessanti risultano le riflessioni sulla vita prenatale e sul fine vita nonché sul rapporto tra i giovani e i social network.

Il ricordo di Suor Margherita di Schiena, di origini andriesi, barbaramente trucidata in Congo il 25 novembre 1964 e le testimonianze di religiosi che hanno celebrato recentemente il 50° anniversario della propria consacrazione, arricchiscono questo numero del periodico diocesano.

Nelle pagine dedicate alle associazioni laicali ritroviamo l’intervista all’assistente generale di Azione Cattolica e il racconto del Convegno Nazionale del Meic svoltosi recentemente sul tema “La pace è ogni passo”.
Continua, con l’inserto centrale interamente a colori, la presentazione dell’enciclica di Papa Francesco sul rispetto per il creato, “Laudato Sì”, mentre la rubrica “Alla scuola del magistero sociale della Chiesa” illustra il principio del bene comune.

Altre copie del giornale, che sarà on line nel sito della diocesi a partire da lunedì 9 dicembre, sono disponibili presso la Curia Vescovile.

Don Gianni Massaro
Capo Redattore del giornale "Insieme"

Read more

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: