wrapper

La prima serata della X Settimana Biblica Diocesana

"La Chiesa deve annunciare un Dio possibile, umano e umanizzante"
La prima serata della Settimana Biblica ha visto la partecipazione di oltre 600 persone

Si è tenuta ieri, la prima serata della X Settimana Biblica Diocesana, nella chiesa di San Paolo Apostolo gremita di oltre 600 persone. E' dapprima intervenuto il Vescovo Mons. Luigi Mansi sottolineando che la sorgente della missione evangelizzatrice è la Parola di Dio ascoltata che scalda il cuore e manda dai fratelli. Il Vescovo ha fatto poi riferimento all'episodio dei due discepoli di Emmaus, riportato nel vangelo di Luca, che tornano a casa affranti e desolati dopo aver saputo della morte di Gesù. Solo quando incontrano il Risorto che spiega loro le Scritture e accompagna i loro passi con la sua Parola, si rimettono sulla strada per correre ad annunciare ai compagni: "Abbiamo visto il Signore!".

Il relatore della serata, Mons. Valentino Bulgarelli Preside della Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna, è partito nel suo intervento citando l'Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium e sottolineando in particolare che come afferma Papa Francesco la "gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù.

Con Gesù Cristo nasce e rinasce la gioia". Ma è anche vero ha proseguito Mons. Bulgarelli che "non sempre tale gioiosa prospettiva ha accompagnato l'evangelizzazione in quanto a volte ha prevalso un'impronta morale o moralistica, altre volte abbiamo insistito sulla conoscenza e in altri casi abbiamo fatto del Vangelo una sorta di sistema a legittimazione dei nostri assetti organizzativi".

Come allora diventare attraenti nell'opera evangelizzatrice? Il relatore ha suggerito tre atteggiamenti sempre presenti in Evangelli Gaudium: si tratta in primo luogo di partire dall'essenziale che è l'amore di Gesù Cristo, saper inoltre accorciare le distanze attraverso il dialogo interpersonale e infine prendersi cura con amore di ogni persona. In definitiva ha concluso il relatore per incontrare e annunciare efficacemente oggi la Parola di Dio bisogna rimettere al centro la persona in tutte le sue dimensioni. La Chiesa deve annunciare un Dio possibile, umano e umanizzante. Ci vogliono comunità cristiane umane in grado di accogliere le persone e far loro sperimentare cammini di vita nuova.

Stasera, secondo appuntamento della Settimana Biblica Diocesana, sempre presso la parrocchia San Paolo Apostolo alle ore 19.00. Interverrà Fratel Goffredo Boselli, liturgista e monaco di Bose, sul tema: "Eucarestia: incontrare e celebrare la Parola".

Don Gianni Massaro
Vicario Generale e Direttore dell'Ufficio Catechistico Diocesano

Read more

Al via questa sera la Settimana Biblica Diocesana

Inizia stasera 19 febbraio alle ore 19.00 presso la parrocchia san Paolo Apostolo (via Sofia, 62), la decima edizione della Settimana Biblica Diocesana. Il tema scelto è: "La Sacra Scrittura nella vita e nella missione della Chiesa. L'ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo". L'evento, sempre molto atteso e partecipato, è promosso dall'Ufficio Catechistico Diocesano ed intende quest'anno mettere in risalto lo stretto rapporto che vi è tra la Parola di Dio e le tre dimensioni della catechesi, liturgia e carità.
In particolare stasera sarà Mons. Valentino Bulgarelli, Preside della Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna a far emergere il connubio perfetto tra Bibbia e catechesi. Aprirà i lavori Mons. Luigi Mansi, Vescovo di Andria. La Settimana Biblica ha infatti l'obiettivo primario di approfondire dal punto di vista biblico il programma pastorale annuale del nostro Vescovo avente come indicazione chiara quella di partire dal Centro che è Cristo e crescere nella conoscenza di Lui. E conoscere Cristo significa in primo luogo conoscere la Sacra Scrittura.

Nella serata di domani Fratel Goffredo Boselli, liturgista e monaco di Bose, ci aiuterà a comprendere il rapporto tra la Parola di Dio e la liturgia e nella terza serata (mercoledì 21 febbraio) la Prof.ssa Lidia Maggi, Teologa e pastora Battista, affronterà il tema: "Farsi prossimo: incontrare e vivere la Parola".

Le tre relazioni avranno caratterizzazione prevalentemente pastorale e spirituale, non accademica e specialistica.

La X Settimana Biblica Diocesana si concluderà con lo spettacolo teatrale che si terrà domenica 25 e replicato lunedì 26 febbraio dal titolo: "Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente" di Antonio Panzuto e Alessandro Tognon che narra la storia del Figlio di Dio attraverso la storia dell'asino che trasporta devotamente Gesù accompagnandolo nei vari episodi biblici.

Don Gianni Massaro
Vicario Generale e Direttore dell'Ufficio Catechistico Diocesano

Read more

Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente

Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente
Uno spettacolo teatrale che narra la vita di Gesù chiuderà la X Settimana Biblica Diocesana

La grande novità della X Settimana Biblica Diocesana, promossa dall'Ufficio Catechistico, è rappresentata dallo spettacolo teatrale con il quale essa si concluderà. Si tratta dello spettacolo "Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente" di Antonio Panzuto e con la regia di Alessandro Tognon che si terrà presso la parrocchia di San Paolo Apostolo in Andria (via Sofia, 62) sia domenica 25 febbraio che lunedì 26 febbraio alle ore 19.00. Due serate, con ingresso libero, per consentire un'ampia partecipazione. Il linguaggio del teatro, come quello dell'arte e della musica, in quanto linguaggio inclusivo capace di raggiungere tutti, può essere prezioso alleato nell'opera di evangelizzazione. E' infatti oggi importante utilizzare linguaggi nuovi capaci di annunciare il Vangelo anche ai lontani.

L'autore dello spettacolo Antonio Panzuto, ha partecipato nella nostra città a due edizioni del Festival Castel dei Mondi portando in scena nel 2012 "Il frigorifero lirico", un'opera lirica in un frigorifero ispirata al "Vascello Fantasma" di Wagner e nel 2010 lo spettacolo per ragazzi "L'atlante delle città".

"Chi sei tu?" nasce da una partitura drammaturgica con impronta di fiaba e narra alcuni episodi della vita di Cristo, inaspettatamente rappresentato da una marionetta nera, vestita di bianco e azzurro, che fa pensare più a un migrante sugli attuali barconi della disperazione che all'iconografia tradizionale. Gesù appare non come un re, e nemmeno come un medico o uno stregone, ma nel suo aspetto più umano, come povero fra i poveri, ai quali regala parole prive di ogni potere terreno, ma capaci di dare speranza e di illuminare la vita. Le vicende sono raccontate dall'asino paziente che lo porta sul basto, lo accompagna, condivide la sua Passione fino a morire con lui.

Tutto lo spettacolo si configura come un percorso nel paesaggio desertico della Galilea. Lo spazio fisico è quello circoscritto della scena ma nell'immaginazione dello spettatore si dilata in una dimensione più ampia, è il cammino/viaggio per antonomasia, teso a trovare una risposta alla domanda "Chi sei tu?" rivolta a Cristo nel titolo. L'interrogazione però nello spettacolo risuona rivolta tanto a Cristo quanto al pupazzo che lo rappresenta, all'asino e ad ogni singola marionetta, tanto al manovratore che in scena cerca di scomparire quanto all'uomo che vi si espone, all'artista e allo spettatore, all'attuante e al testimone.

Il "burattinaio" sta là, sul palcoscenico a muovere le sue marionette, silente. Sebbene, all'inizio, l'idea sembra quella di doverne dimenticare la presenza, concentrando lo sguardo solo sulle marionette, l'uomo è anche'egli una figura chiave nell'economia dello spettacolo. Il muovere e far volare le marionette diventa una danza d'amore che pare dello steso amore di Gesù verso i fratelli uomini, vive, dorme, soffre, gioisce assieme alle sue creature di legno e ferri, come un Dio buono e umano. Lo spettacolo è risultato vincitore nel 2015 al Festival del Sacro di Lucca.
La Settimana Biblica, che si terrà interamente presso la Parrocchia San Paolo Apostolo con inizio ogni sera alle ore 19.00, è finalizzata a favorire la conoscenza di Cristo attraverso la conoscenza della Sacra Scrittura e avrà il seguente programma:

19 Febbraio
Evangelizzare: incontrare e annunciare la Parola | Mons. Valentino Bulgarelli (Preside e docente di Teologia pastorale e catechetica presso la Facoltà Teologica dell'Emilia - Romagna);
20 Febbraio
Eucarestia: incontrare e celebrare la Parola | Fratel Goffredo Boselli (Liturgista e monaco di Bose)
21 Febbraio
Farsi prossimo: incontrare e vivere la Parola | Prof.ssa Lidia Maggi (Teologa, Pastora Battista)
25 e 26 Febbraio
Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente | Spettacolo teatrale di Antonio Panzuto e Alessandro Tognon

Don Gianni Massaro
Vicario Generale e Direttore dell'Ufficio Catechistico Diocesano

Read more

Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente

Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente
Uno spettacolo teatrale che narra la vita di Gesù chiuderà la X Settimana Biblica Diocesana

La grande novità della X Settimana Biblica Diocesana, promossa dall'Ufficio Catechistico, è rappresentata dallo spettacolo teatrale con il quale essa si concluderà. Si tratta dello spettacolo "Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente" di Antonio Panzuto e con la regia di Alessandro Tognon che si terrà presso la parrocchia di San Paolo Apostolo in Andria (via Sofia, 62) sia domenica 25 febbraio che lunedì 26 febbraio alle ore 19.00. Due serate, con ingresso libero, per consentire un'ampia partecipazione. Il linguaggio del teatro, come quello dell'arte e della musica, in quanto linguaggio inclusivo capace di raggiungere tutti, può essere prezioso alleato nell'opera di evangelizzazione. E' infatti oggi importante utilizzare linguaggi nuovi capaci di annunciare il Vangelo anche ai lontani.

L'autore dello spettacolo Antonio Panzuto, ha partecipato nella nostra città a due edizioni del Festival Castel dei Mondi portando in scena nel 2012 "Il frigorifero lirico", un'opera lirica in un frigorifero ispirata al "Vascello Fantasma" di Wagner e nel 2010 lo spettacolo per ragazzi "L'atlante delle città".

"Chi sei tu?" nasce da una partitura drammaturgica con impronta di fiaba e narra alcuni episodi della vita di Cristo, inaspettatamente rappresentato da una marionetta nera, vestita di bianco e azzurro, che fa pensare più a un migrante sugli attuali barconi della disperazione che all'iconografia tradizionale. Gesù appare non come un re, e nemmeno come un medico o uno stregone, ma nel suo aspetto più umano, come povero fra i poveri, ai quali regala parole prive di ogni potere terreno, ma capaci di dare speranza e di illuminare la vita. Le vicende sono raccontate dall'asino paziente che lo porta sul basto, lo accompagna, condivide la sua Passione fino a morire con lui.

Tutto lo spettacolo si configura come un percorso nel paesaggio desertico della Galilea. Lo spazio fisico è quello circoscritto della scena ma nell'immaginazione dello spettatore si dilata in una dimensione più ampia, è il cammino/viaggio per antonomasia, teso a trovare una risposta alla domanda "Chi sei tu?" rivolta a Cristo nel titolo. L'interrogazione però nello spettacolo risuona rivolta tanto a Cristo quanto al pupazzo che lo rappresenta, all'asino e ad ogni singola marionetta, tanto al manovratore che in scena cerca di scomparire quanto all'uomo che vi si espone, all'artista e allo spettatore, all'attuante e al testimone.

Il "burattinaio" sta là, sul palcoscenico a muovere le sue marionette, silente. Sebbene, all'inizio, l'idea sembra quella di doverne dimenticare la presenza, concentrando lo sguardo solo sulle marionette, l'uomo è anche'egli una figura chiave nell'economia dello spettacolo. Il muovere e far volare le marionette diventa una danza d'amore che pare dello steso amore di Gesù verso i fratelli uomini, vive, dorme, soffre, gioisce assieme alle sue creature di legno e ferri, come un Dio buono e umano. Lo spettacolo è risultato vincitore nel 2015 al Festival del Sacro di Lucca.
La Settimana Biblica, che si terrà interamente presso la Parrocchia San Paolo Apostolo con inizio ogni sera alle ore 19.00, è finalizzata a favorire la conoscenza di Cristo attraverso la conoscenza della Sacra Scrittura e avrà il seguente programma:

19 Febbraio
Evangelizzare: incontrare e annunciare la Parola | Mons. Valentino Bulgarelli (Preside e docente di Teologia pastorale e catechetica presso la Facoltà Teologica dell'Emilia - Romagna);
20 Febbraio
Eucarestia: incontrare e celebrare la Parola | Fratel Goffredo Boselli (Liturgista e monaco di Bose)
21 Febbraio
Farsi prossimo: incontrare e vivere la Parola | Prof.ssa Lidia Maggi (Teologa, Pastora Battista)
25 e 26 Febbraio
Chi sei tu? Vangelo dell'asino paziente | Spettacolo teatrale di Antonio Panzuto e Alessandro Tognon

Don Gianni Massaro
Vicario Generale e Direttore dell'Ufficio Catechistico Diocesano

Read more

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: