wrapper

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La Téranga

#La Téranga

3 appuntamenti con la cucina dal mondo e la cultura dell’inclusione c/o la Casa Accoglienza "S.M. Goretti" della diocesi di Andria

Accogliere l’altro, ogni altro, è sempre una prova o una minaccia che genera paura e preoccupazione, l’unico modo per vincerla è l’incontro.

Il cortile di Casa Accoglienza “S.M. Goretti”, in via Quarti 11, nel cuore del centro storico andriese, sarà la cornice dei tre eventi di Luglio targati #LaTéranga, promossi dalla Comunità Migrantesliberi.

Approfittando delle belle serate estive, l’appuntamento con la cucina e le storie dal mondo si triplica e si arricchisce di ulteriori elementi che conferiscono all’evento un ulteriore elemento di originalità.

Primo appuntamento venerdì 12 luglio alle ore 19:00 Piero D’Argento legge Alessandro Leogrande. “Uomini e caporali”: un libro che ha più di 15 anni e le cui storie, ad oggi, restano attuali. Nulla è cambiato. Alessandro non c'è più e le vite di tanti migranti vittime del caporalato ancora sopravvivono nei “ghetti della vergogna”. Raccogliere l'"oro rosso" è un lavoro durissimo che spezza la schiena e le braccia, ma viene pagato pochissimo. Sono lavoratori inquadrati in situazioni di vita e di lavoro addirittura precapitalistiche: alloggiati in ruderi fatiscenti, sono anche sottoposti alle vessazioni, spesso sadiche, dei "caporali", che offrono il loro lavoro a un mondo delle imprese che se ne serve per comprimere i costi.

Talvolta, questi nuovi "cafoni", così diversi dai "cafoni" di ieri, hanno anche difficoltà ad avere pagato quel poco che era stato pattuito. E alle proteste non di rado ci scappa il morto. Una situazione barbarica che flagella come un tumore sociale vaste aree dell'Italia, dove sembra essere del tutto assente lo stato di diritto, e dove vale la sola legge dell'esercizio della violenza bruta. Questo romanzo-inchiesta, un vero e proprio viaggio agli inferi, svela le vite, i destini personali e le dinamiche più profonde della faccia più "nera" del nostro Paese.

Dopo il reading di letture affidato a Piero D’Argento – formatore e studioso di politiche sociali e sociosanitarie, interessato ai processi di partecipazione e promozione del capitale sociale, e alle politiche di contrasto alle povertà - seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga per continuare a dialogare e condividere dell’ottimo cibo.

Venerdì 19 luglio alle ore 21:00 sarà la volta dell’associazione “Il Nocciolo” che porterà nel cortile di via Quarti lo spettacolo: “Pensieri in prestito – idee di Faber e Gaber” - di Nicola Tortora; voce: Vincenzo Vasca; chitarra: Antonio Di Corato e percussioni: Max Sgaramella. Uno spettacolo, liberamente ispirato dal libro “Tu prova ad avere un’idea, ripensando a De André e Gaber”, nato dall’idea di mettere a confronto i due artisti anche se definirli tali oltre ad esser sbrigativo appare quanto meno incompleto.

La loro critica irriverente, il loro pensiero controcorrente e le loro azioni dissidenti nei confronti del sistema, inteso come potere, o verso la classe borghese, sono tratti tangibili a chi li ascolta, osserva e studia. Più precisamente Fabrizio De André attraverso la sua anarchia mai negata con il suo fare rude e diretto e, l’altro, Giorgio Gaber attraverso la sua critica radicale ed il suo sarcasmo caustico. Entrambi sulla strada del libero pensiero, hanno osservato e giudicato senza pregiudizi, cogliendo ogni tipo di contraddizione che la società gli mostrava.

Dopo lo spettacolo, seguirà un momento conviviale con l’apericena targato #LaTéranga e la sua valida occasione di confronto e di degustazione di piatti tipici dal mondo.

Venerdì 26 luglio alle ore 21:00 torna, come ogni mese, l’appuntamento con la cena #LaTéranga nel cortile di Casa Accoglienza. I piatti, che permetteranno di viaggiare in Africa, ma anche in Asia e, perché no, fare un giro attorno alle nostre terre con i prodotti dell’orto sociale Ubuntu (progetto #LaTéranga), saranno intervallati da momenti di confronto e di riflessione, leggera ma non troppo, delle storie di uomini; e che siano bianchi o neri, è un dettaglio di poco conto dal momento che a noi, a tutti noi, interessa l’umanità intera!

Saranno benvenuti tutti ai nostri eventi, anche coloro che mal pensano e che non disdegnano il confronto… la sfida è nelle vostre mani. Vi aspettiamo!

Per i singoli eventi è gradita la prenotazione 389/1764748 - 320/4799463.

Read more

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Inaugurazione della mostra di pittura inclusiva "VISIBILE"

Inaugurazione della mostra di pittura inclusiva “VISIBILE” progetto della Caritas Diocesana

Giovedì 20 Giugno 2019 in via De Nicola 15 ad Andria, sarà inaugurata la mostra “Visibile”. Le opere sono frutto del lavoro di due laboratori di pittura inclusiva che si sono svolti a Minervino Murge in collaborazione con l’ass. “L’Intrattino Rosso” e a Canosa di Puglia con la partecipazione dell’ass. ”Gruppo Amici S. Sabino” presso l’Oasi Minerva. I laboratori sono stati anche la sperimentazione una nuova forma di catechesi rivolta a giovani diversamente abili attraverso l’uso dell’arte, quella che papa Francesco nell’Esortazione apostolica Evangelii Gaudium ha chiamato la “via pulchritudinis” ovvero l’annuncio del Vangelo attraverso la bellezza. Il tema di questo laboratorio-catechesi chiamato “Visibile” è stato la Custodia del Creato: a partire dal Cantico delle Creature di San Francesco per giungere a riscoprire se stessi oggi protagonisti e artefici di questa creazione. Le due esperienze su Minervino e Canosa seguono una precedente progettazione svoltasi ad Andria a margine dell’anno giubilare della Sacra Spina, dove presso la Coop. Trifoglio e l’Unitalsi si svolsero nel 2017 due laboratori con la stessa metodologia, aventi come tema “Le ferite dell’uomo”.

La mostra conclusiva fu realizzata nei locali che oggi sono adibiti a Museo Diocesano, che all’epoca rappresentarono una prova generale in anticipazione di quella che è oggi la funzione di quel sito.

La mostra della nuova progettazione “Visibile” di quest’anno, farà da apripista a un nuovo luogo pastorale di futuro riferimento per la nostra Diocesi: la nuova sede della Caritas Diocesana in via De Nicola n. 15, sede già pronta e che nei prossimi mesi vedrà l’apertura ufficiale.

La mostra Visibile 2019 sarà dunque l’occasione non solo per riflettere sui temi della Custodia del Creato attraverso l’arte, ma anche per incominciare a familiarizzare con questo nuovo luogo adibito a svolgere una funzione attenta agli ultimi delle nostre comunità. L’esposizione di arte contemporanea, realizzata grazie ai fondi CEI 8x1000, è stata allestita dai maestri d’arte Daniele Geniale e Tomas Di Terlizzi raccogliendo gli elaboratoti prodotti dai giovani partecipanti ai due laboratori. L’auspicio è quello di ricreare la mostra nelle città di Canosa e Minervino durante l’estate nei prossimi mesi.

La mostra VISIBILE sarà aperta dal 20 al 30 Giugno dalle ore 18 alle ore 21,00. Durante la mattina sarà aperta solo su prenotazione.

La Caritas Diocesana invita in particolar modo la partecipazione di adolescenti e giovani e dei gruppi parrocchiali che negli stessi giorni vivranno l’esperienza dell’oratorio estivo: potrebbe diventare l’occasione per una buona uscita tematica all’interno delle giornate oratoriali.

Per informazioni

e-mail

tel.: 328/4517674

Read more

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nuove nomine nelle parrocchie e incarichi diocesani

A conclusione della celebrazione Eucaristia presieduta dal Vescovo della Diocesi di Andria Mons. Luigi Mansi, nella solennità dei santi Pietro e Paolo del 29 giugno, in occasione della ricorrenza degli anniversari delle ordinazioni presbiterali del Vescovo e di alcuni sacerdoti e religiosi della comunità diocesana, S.E. Mons. Mansi ha reso pubbliche le nuove nomine e incarichi:

1. Il Rev. Don Salvatore Sciannamea, conclusa l’esperienza di servizio presso la Chiesa di Aosta, rientra in Diocesi.

Sarà impegnato a tempo pieno nelle scuole in Andria e offrirà collaborazione pastorale nella Parrocchia del Sacro Cuore in Andria.

2. Il Rev. Don Antonio Leonetti lascia il suo ufficio di vicario parrocchiale della Parrocchia Sacro Cuore in Andria e va nella Diocesi di Aosta per assumere gli uffici che lascia don Salvatore.

3. Il Rev. Don Francesco Santovito conclude il suo servizio pastorale alla Parrocchia di S. Riccardo e assume quello di Collaboratore pastorale presso la Parrocchia di S. Andrea Apostolo in Andria.

Lascia anche la cura pastorale della Residenza Sanitaria Assistita “Madonna della Pace”, conservando quella della Residenza Socio-Santiario Residenziale della “Madonna delle Grazie”, oltre all’Ufficio di Penitenziere.

4. Il Rev. Don Leonardo Lovaglio lascia la cura pastorale della Parrocchia SS. Annunziata in Andria, ne diventa Parroco emerito, inoltre sarà Collaboratore pastorale del Parroco della parrocchia di S. Riccardo in Andria e assumerà la cura pastorale della Residenza Sanitaria Assistita “Madonna della Pace”.

5. Il Rev. Don Francesco Di Corato lascia l’ufficio di vicario parrocchiale della Parrocchia S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe in Andria e diventa Parroco della Parrocchia SS. Annunziata.

Collaborerà stabilmente con il Rettore del Seminario Vescovile per la conduzione del gruppo vocazionale “Vieni e vedi”.

6. Il Rev. Padre Francesco Piciocco Vicario parrocchiale della Parrocchia S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe in Andria.

7. Il Rev. Don Vito Miracapillo lascia la cura pastorale della Parrocchia Gesù Liberatore in Canosa, ne diventa Parroco emerito, e assume l’ufficio di Collaboratore pastorale della Parrocchia di S. Agostino in Andria.

8. Il Rev. Don Michele Pace diventa Parroco della Parrocchia di Gesù Liberatore in Canosa e conserva la direzione dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro.

A tutti, giunge il ringraziamento, da parte del Vescovo Mansi e dell'intera diocesi di Andria, per il servizio svolto accompagnato dagli auguri per i nuovi incarichi.

Deo gratias

Read more

CONTATTI

Piazza Vittorio Emanuele II, 23

76123 - Andria (BT)

tel. | fax

0883/59 25 96 - 0883/59 30 32

e-mail: