Museo Diocesano

Facebooktwittermail

Museo Diocesano

Via De Anellis, 46 – 76123 ANDRIA – Tel. 0883.593382

Direttore: Sac. Giannicola AGRESTI

SEZIONI:

 

Museo “S.Riccardo”

Via De Anellis, 46 – 76123 ANDRIA (BT) – Tel. 0883.593382

Direttore: Sac. Giannicola AGRESTI

 

Museo dei Vescovi – “Mons. Francesco Minerva”

Piazza S. Sabino – 76012 CANOSA DI PUGLIA (BT) – Tel. 0883.662035

Direttore: Mons. Felice BACCO

 

Museo “San Michele Arcangelo”

Via Papa Innocenzo XII – 76013 MINERVINO MURGE (BT) – Tel. 0883.692597

Direttore: Sac. Angelo CASTROVILLI

 

Il Museo Diocesano di Andria viene istituito con Decreto vescovile del 20 maggio 1972 da mons. Giuseppe Lanave, allora Vescovo di questa chiesa diocesana che, con sensibilità ed intuito, ha raccolto e conservato per la sua comunità un prezioso patrimonio, avendone riconosciuto il valore artistico ma soprattutto di fede. In continuità con l’opera svolta da Lanave, Mons. Raffaele Calabro, Vescovo di Andria dal 1989 al 2016, emanò un regolamento per il Museo Diocesano il 4 gennaio 2005. A Mons. Calabro si deve l’articolazione del Museo in tre sezioni, da realizzarsi nei tre centri della diocesi: Andria, Canosa di Puglia e Minervino Murge. Affinché il progetto redatto su carta dai due Vescovi potesse essere effettivamente realizzato, Mons. Luigi Mansi, attuale Vescovo della Diocesi di Andria, ha manifestato la ferma volontà di portare a compimento i lavori di ammodernamento dell’edificio che ospita il Museo diocesano “San Riccardo” terminati nel marzo 2019, restituendo alla città di Andria un polo museale di grande prestigio, inaugurandolo il 23 aprile 2019 e aprendolo al pubblico il 10 giugno 2019.

Servizi:

– Servizio di biglietteria, accoglienza e informazioni.

– Servizio bookshop e caffetteria.

– Accesso al patrimonio esposto nel percorso permanente.

– Prestiti di opere in occasione di mostre temporanee.

– Ricerca sul patrimonio.

– Mostre temporanee, eventi culturali.

– Attività educativa rivolta alla scuola.

– Tirocini e stage, assistenza tesi.

– Cessione di spazi e loro utilizzo fuori orario di apertura.